21/07/2021 VICENZA – Covid sospesi i primi 34 sanitari “no vax” dell’Ulss 8 Berica. Da oggi sono a casa dal lavoro || Sospesi dal lavoro. Sono a casa da oggi, mercoledì 21 luglio, i primi 34 operatori sanitari “no vax” dell’Ulss 8 Berica. La sospensione era già nell’aria da sabato ma è diventata effettiva solo ora a darne comunicazione è la stessa direzione generale dell’azienda sanitaria che precisa che la sospensione dall’attività operativa è dovuta in quanto non hanno fornito adeguate giustificazioni alla mancata vaccinazione anti-Covid. Si tratta di 34 operatori appartamenti a varie categorie e servizi dell’azienda intesi quali: medici, infermieri ma anche Oss, tecnici di laboratorio e dei distretti sanitari dell’azienda sanitaria pubblica. Parliamo quindi non solo di operatori di Vicenza ma anche delle altre strutture vicentine presenti sul territorio dell’Ulss 8. Il provvedimento precisa l’azienda in un comunicato non avrà conseguenze dirette sui servizi erogati ai cittadini seppur necessariamente ciò abbia comunque comportato una riorganizzazione e ridistribuzione interna di altre risorse di personale. Qualora i sanitari sospesi presentassero il certificato vaccinale sarà attività immediatamente la procedura di revoca del provvedimento. Rimangono intanto al vaglio ancora oltre un centinaio di posizioni per le quali la commissione tecnico scientifica dell’azienda sta valutando le motivazioni di incompatibilità con la vaccinazione o altra documentazione mentre ne resterebbero ancora una 70ina da prendere in esame. Sul piede di guerra le organizzazioni sindacali alla notizia delle sospensioni (Servizio di Gabriella Basso)


videoid(5Xlan3k_3Ro)finevideoid-categoria(a3veneto)finecategoria