20/07/2021 VICENZA – Green pass e modulistica varia. Il mondo del turismo vicentino in fibrillazione. La variante Delta rischia di mettere in crisi le vacanze || Trema il mondo del turismo. La variante Delta del Covid 19 dilaga e a Vicenza chi ha prenotato un viaggio si pone mille dubbi e, se magari non disdice la prenotazione, almeno temporeggia come racconta Silvia Sala agente di Viaggio nel capoluogo Berico e che a tutt’oggi ha due viaggi organizzati ma la gente sta aspettando di capire quale sarà l’evoluzione.Vacanze a cui i vicentini al momento sembrano non voler rinunciare cercando districarsi tra nuove ordinanze, green pass e documenti richiesti nei vari paesi di vacanza per poter entrare nel paese stesso. «Diamo assistenza ai nostri clienti – racconta Silvia Sala- ma anche a tante persone che magari si sono arrangiate ad organizzare il viaggio ed ora si devono districare tra i numerosi documenti richiesti». Spagna e Grecia continuano a rimanere le mete più gettonate tra chi sceglie di volare restano poi confermate Sardegna Puglia e Sicilia e ancora Toscana e le spiagge del Conero. Turisti che vanno turisti che vengono e a Vicenza, città del Palladio, sembrano non mancare. Abbiamo incrociato per le vie della città un gruppo misto di francesi, belgi e spagnoli ai quali abbiamo chiesto se con il green pass è cambiato qualcosa è la risposta è stata per tutti che non è cambiato nulla o meglio raccontano nessuno ha chiesto loro se hanno il green pass. Hanno riempito, spiegano, tutta una serie di moduli, documento particolari ma nessuno ha chiesto niente. Tutti vaccinati e con Green pass come anche la guida turistica che finalmente è tornata a lavorare – Intervistati SILVIA SALA (Agente di Viaggio) (Servizio di Gabriella Basso)


videoid(wX2f4ypxQ5E)finevideoid-categoria(a3veneto)finecategoria