19/07/2021 PONTE DI PIAVE – Tre nuovi aceri a Ponte di Piave. A ricordo di tre caduto nella grande guerra. || Menegaldo, Giacomo, Angelo tre caduti nella grande guerra. A ricordo e in memoria di quanti hanno sacrificato la propria vita per difendere la patria. Li ha ricordati Natale Pacino, presidente Nazionale di Assodipro spiegando l’importanza della promozione di quei valori democratici e civici che ispirano le nostre attività. Un invito che l’amministrazione comunale di Ponte di Piave ha subito accolto. Gli aceri bianchi sono stati messi a dimora proprio presso gli impianti sportivi nell’area del Palasport Sara Anzanello, attuale sede del centro vaccinale spiega Paola Roma sindaco di Ponte di Piave. Un ringraziamento particolare – ha dichiarato l’assessore all’ambiente Matteo Buso – all’Associazione La Marcandola per la presenza alla cerimonia di piantumazione nell’ottica di un progetto già avviato da tempo in collaborazione con l’Amministrazione comunale e che vede i volontari impegnati in iniziative a tema ambientale. Poi il momento clou della cerimonia: la piantumazione degli aceri donati dall’associazione Assodipro di Treviso. Tante vie del nostro Paese sono intitolate a generali e ammiragli – ha dichiarato il Presidente dell’Assodipro Salvatore Vinciguerra – ma molto poche, anzi quasi nessuna, è dedicata a soldati semplici, caporali o carabinieri, uomini e donne che persero la vita per fare in modo che noi ed i nostri figli possiamo oggi vivere in un paese libero, democratico e moderno”. – Intervistati NATALE PACINO (Pres. Naz. Assodipro), PAOLA ROMA (Sindaco di Ponte di Piave) (Servizio di Daniela Sitzia)


videoid(FMpio23CMjQ)finevideoid-categoria(a3treviso)finecategoria