19/07/2021 VENEZIA – A tu per tu con il virus e la sua variante inglese. Nel laboratorio della Ulss3 Serenissima prosegue senza sosta il sequenziamento del virus con la caccia alla sue varianti || Ulss 3 Serenissima al lavoro per capire le sostituzioni del virus avvenute nella sua progressione, ovvero la sua mutazione. La ricerca per sequenziare il genoma del virus per individuare prioritariamente la presenza della variante inglese, poi la presenza della variante brasiliana e, se necessario, anche quella sudafricana.  Sistema di analisi e di monitoraggio dentro il quale il Laboratorio dell’Ulss 3 veneziana invia settimanalmente all’Istituto zooprofilattico del Veneto una serie di tamponi positivi. Di fronte ai casi di variante inglese, si allarga lo spettro dell’indagine epidemiologica per individuare i contatti, anche aumentando l’indagine retrospettiva, dalle consuete 48 ore fino a 14 giorni. Infine, alle persone in cui si evidenzia una positività dovuta alla variante inglese, vengono invitate ad osservare con il massimo rigore le misure di distanziamento e le regole relative all’uso dei dispositivi di protezione, rese ancora più stringenti proprio dalla maggior virulenza della variante stessa. – Intervistati MOSE’ FAVARATO (BIOLOGO MOLECOLARE ULSS3) (Servizio di Annamaria Parisi)


videoid(P5yDPqMvJSA)finevideoid-categoria(a3veneto)finecategoria