15/07/2021 VENEZIA – “La soluzione è arrivata con 6 anni di ritardo e ora bisogna pensare a salvaguardare l’indotto economico e occupazionale”. A dirlo l’assessore al turismo Simone Venturini. || La decisione di spostare le grandi navi a Marghera dal primo agosto, seppur condivisa per la salvaguardia di Venezia, non è stata accettata da molte categorie per le modalità e soprattutto i tempi. Non si sa ancora, infatti, cosa dovranno fare le compagnie crocieristiche per il primo agosto perché l’approdo ovviamente non è ancora funzionante e manca meno di un mese. Con pesanti conseguenze sia dal punto di vista economico che da quello occupazionale. Secondo l’assessore veneziano al turismo sono tre le cose fondamentali da fare. – Intervistati SIMONE VENTURINI (ASS. TURISMO COMUNE VE) (Servizio di Ilaria Marchiori)


videoid(ul-7hQh9LAM)finevideoid-categoria(a3veneto)finecategoria