10/07/2021 PADOVA – Parti i saldi, ma vendite a rilento e commercianti delusi || Una partenza delundente, o meglio una partenza con il freno a mano tirato. I saldi estivi al momento non stanno esprimendo al meglio l’effetto sperato sul commercio. Pochi acquisti, affluenza ridotta nei negozi e incassi inferiori rispetto al 2020. Sullo sfondo l’incertezza e la crisi provocata dalla pandemia.I segnali di ripresa però ci sono secondo uno studio di Confesercenti Veneto Centrale a Padova il 74% ha dichiarato di voler acquistare in saldo e si stima un volume di affari attorno ai 42 milioni di euro. Un trend simile anche ad altre province come Treviso dove si stima che la spesa media per famiglia durante i saldi sia di 150 euro. Quindi la speranza e che questa debole partenza possa essere superata con uno sprint finale e questo per le associazioni di categoria conferma la necessità di posticipare la data di partenza delle svendite, proprio com’era successo nel 2020 quando i saldi iniziaro ad agosto. – Intervistati NICOLA ROSSI (Presidente Confesercenti Veneto Centrale) (Servizio di Valentina Visentin)


videoid(Dx97mywZnkA)finevideoid-categoria(a3treviso)finecategoria