08/07/2021 TREVISO – Baristi e ristoratori in trincea: «il provvedimento è l’ennesima beffa per la categoria che puntava sugli Europei anche in virtù dell’atteso rilancio economico» || Gestori dei locali sul piede di guerra per lo stop ai maxischermi all’esterno per la finalissima di calcio, chiedono che si ridiscuta la misura. Linea dura con zone d’ombra, commentano, «misura sterile – sottolinea il titolare del Botegon – quella di vietare di trasmettere la partita senza il divieto di scendere in piazza, e scelta che svantaggia chi non ha posti a sedere all’interno». Il Presidente di Veneto imprese unite, Andrea Penzo Aiello, affida la sua incredulità ad un comiìunicato stampa, chiedendo un incontro con il Sindaco: «Questa decisione ha sollevato subito il malumore dei nostri associati, molti dei quali hanno sostenuto investimenti per noleggiare o acquistare quanto necessario per trasmettere le partite, oltre ad aver in molti casi già acquistato la merce per la serata di domenica, merce che ora andrà invenduta poiché è evidente a tutti che quella serata la passeranno a casa davanti alla televisione». E poi la delusione di Luca Marton – titolare di Signore e Signori – che aveva già tutto sold out, 100 tavoli, la cui prenotazione verrà con ogni probabilità cancellata. Anche tra la gente, la misura fa discutere e divide tra chi, favorevole, e chi avrebbe sposato una linea più morbida – Intervistati ANDREA PENZO AIELLO (Presidente Veneto Imprese Unite), LUCA MARTON (Titolare Signore e Signori) (Servizio di Luisa Bertini)


videoid(hWJzA2AUnrQ)finevideoid-categoria(a3treviso)finecategoria