07/07/2021 VENEZIA – Il Pd veneziano critica la decisione del Comune di utilizzare quasi un milione di euro per pagare il costo dei pontili al posto delle società che gestiscono i lancioni grantursimo “E’ assurdo che in un momento di crisi come questo – dice la capogruppo Monica Sambo – si privilegino categorie come i lancioni gran turismo” || La pandemia ha messo in ginocchio quasi l’intera economia veneziana, ma secondo la capogruppo del Partito Democratico Monica Sambo gli aiuti che stanno arrivando da Ca Farsetti non sono equamente divisi: “È assurdo – spiega – che in un momento di crisi come questo si privilegino categorie come i lancioni gran turismo. La giunta ha infatti deciso di utilizzare quasi un milione di euro del bilancio comunale per pagare il costo dei pontili al posto delle società che gestiscono i lancioni gran turismo”. Per Monica Sambo si sarebbero potuti utilizzare questi soldi per categorie che da anni sono in difficoltà in città, come ad esempio l’artigianato. Secondo il Partito Democratico tutti hanno diritto ad essere aiutati, e per questo l’assistenza del Comune doveva tenere conto di chi come ad esempio l’artigianato è in crisi da prima della pandemia. E studiare altre forme di sostegno ai lancioni granturismo. “Come è stato fatto per altre tassazioni – conclude Sambo – si potevano semplicemente rateizzare i canoni , e non utilizzare soldi pubblici per un tipo di economia che non ha mai portato valore aggiunto in città”. – Intervistati MONICA SAMBO (CAPOGRUPPO PARTITO DEMOCRATICO VENEZIA) (Servizio di Filippo Fois)


videoid(RgoZmYnY3KU)finevideoid-categoria(a3venezia)finecategoria