07/07/2021 TREVISO – Si e’ spento questa mattina a 72 anni dopo una breve e improvvisa malattia Vittorio Zanini uno dei volti storici della politica e non solo della citta’. Oltre 50 anni di impegno tra i banchi del consiglio comunale || Un impegno che si e’ fermato questa mattina intorno alle 10.00 al ca’ foncello quando il cuore di Vittorio Zanini ha cessato di battere. Un male che non perdona se l’e’ portato via in pochi mesi da quando il primo controllo aveva mostrato dlele ombre sui polmoni. 72 anni tutti spesi tra la vita di medico ginecologo e quella politica a servizio della citta’. Il suo inizio nel 1975 come consigliere comunale ma e’ negli anni 80 che la democrazia cristiana gli offre l’opportunita’ di diventare assessore allo sport. E da li e’ un continuo di incarichi a tutti i livelli che lui ha sempre accettato senza mai tirarsi indietro fino ad arrivare nel 1987 quasi a fare l’addetto stampa di Ca’ Sugana.Tante le battaglie e le visioni della Treviso di domani; primo a pensare a un velodormo trevigiano che doveva sorgere a Monigo, stenuo difensore della piscina di selvana contro tutto e contro tutti come in quel lontano 1991 con il repubblicano Guglielmo Cohn.E queste sono piccole gocce di un fiume costantemente in piena com’era Vittorio Zanini. Innamorato del rugby ha sempre cercato di sostenere ogni tipo di sport anche quando cadeva in disgrazia come il Treviso calcio Impegno e entusiasmo che non si sono smorzati quando e’ cambiato il mondo e si e’ dissolta la Dc. Zanini ha continuato nell’ambito dei moderati rivendicando comunque e con entusiasmo la sua appartenenza allo scudo crociato. L’ultima sua apparizione ufficiale e’ in queste immagini dell’inaugurazione dei nuovi e definitivi spazi della collezione salce destinata senza la sua ostinazione a ben altri lidi che non la permanenza a Treviso. Una delle tante battaglie vinte di una vita vissuta per gli altri quella di Vittorio Zanini. (Servizio di Lucio Zanato)


videoid(M4NDh6PagEQ)finevideoid-categoria(a3treviso)finecategoria