30/06/2021 PADOVA – Il figlio sta abbastanza bene ma ha avuto sia la febbre che la perdita del gusto tipici della malattia. Parla la mamma di un bambino di dieci anni, uno dei sei bambini padovani positivi alla variante Delta dopo il campus di rugby a Isola Verde. || E’ chiusa in casa con il figlio di dieci anni, lontana dal resto della famiglia. In stanza da solo con la tv il bambino, uno dei sei contagiati dell’Ulss6 da variante Delta, durante il campus di rugby a Isola Verde. Tutto ha inizio con una telefonata sei giorni fa quando gli organizzatori comunicano che il figlio ha avuto la febbre e sarà sottoposto a tampone. Positivo il rapido, positivo 24 ore dopo anche il molecolare. Il figlio torna a casa e la famiglia decide di isolarlo in camera, unico contatto la madre. Lei è negativa, non proprio una passeggiata per il bambino che ha avuto la febbre alta per qualche giorno e ha perso il gusto. Adesso va meglio. La donna ha già avuto la prima dose di vaccino ma non nasconde i suoi timori. (Servizio di Chiara Gaiani)


videoid(KHJeuUS4JUQ)finevideoid-categoria(a3venezia)finecategoria