SAN VENDEMIANO – Dopo un anno di indagini è stato arrestato il presunto fornitore della dose di eroina gialla che ha ucciso un 45 enne, trovato senza vita nei bagno del Mc Donald a San Vendemiano || Era stato trovaro senza vita nei bagni del Mc Donald a San Vendemiano, ucciso da una dose di eroina gialla, droga la cui potenza spesso si rivela fatale. Così era morto Leonardo Bottan 45 anni. Immediate le indagini per risalire a chi gli aveva ceduto lo stupefacente. Era il 12 ottobre 2019. Dopo un anno, i carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Conegliano hanno arrestato un nigeriano di 24 anni. Il giovane è accusato dei reati di detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti e morte come conseguenza di altro delitto. I militari grazie ad accurati riscontri incrociati sui “contatti” dello spacciatore, l’analisi delle riprese dei sistemi di videosorveglianza della zona e da ulteriori accertamenti tecnici, hanno raccolto gravi indizi di colpevolezza a carico dello straniero. Il 24 enne era diventato un punto di riferimento per i tossicodipendenti della zona. Noto nel “giro” i militari hanno iniziato a controllarlo fino a scoprire che lo straniero era lo spacciatore di cocaina ed eroina e, in particolare, anche della cosiddetta “eroina gialla”, sostanza dall’elevatissima tossicità. Oltre alla criminale professionalità dimostrata dall’indagato nel gestire i propri traffici illeciti, è stata dimostrata anche anche la sua indubbia pericolosità, proprio tenuto conto dell’elevata tossicità dello stupefacente che con spregiudicatezza criminale lo straniero “trattava”, assolutamente noncurante delle gravissime conseguenze per i clienti. Il nigeriano è stato fermato ed arrestato. Nella sua abitazione sono stati trovati 5.300 Euro in contanti, 4 grammi di sostanza stupefacente del tipo eroina e svariati telefoni cellulari, schede telefoniche e materiale, tutto posto sotto sequestro. (A cura di: Daniela Sitzia)


videoid(Vi5EFglZc0k)finevideoid-categoria(a3veneto)finecategoria