24/06/2021 ODERZO – A Palazzo Foscolo a Oderzo prosegue la permanente con le opere dell’opitergino Alberto Martini e aperta al pubblico collezione Attilia Zava Museo del vetro, nel gemellaggio con Venezia || A Palazzo Foscolo a Oderzo prosegue la permanente con le opere dell’opitergino Alberto Martini e aperta al pubblico collezione Attilia Zava Museo del vetro, nel gemellaggio con Venezia. Attilia Zava, opitergina racconta così Luciano Dall’Acqua con una tra le sue creazioni insieme alle complessive 30 in vetro con Picasso, Ernest, Chagall, Kokoschka, Cocteau, Arp e molti altri artisti, fulcro della sperimentazione veneziana della Fucina degli Angeli, fondata da Egidio Costantini, e da lei donate alla città di Oderzo. Ospitate nella permanente allestita a Palazzo Foscolo. E con l’apertura della collezione Attilia Zava e del museo del vetro, prosegue l’attività di Oderzo Cultura. Fondazione il cui scopo è quello di valorizzare, gestire e tutelare il patrimonio culturale della città proponendo ai piani superiori la pinacoteca di Alberto Martini con le meravigliose opere in china, tra cui il suo autoritratto con una crepuscolare Venezia e Psiche solo per citarne alcuni. E’ un Alberto Martini imperdibile anche nelle sue creazioni come architetto e nelle tavole ispirate a Dante e al suo Inferno – Intervistati ATTILIA ZAVA (COLLEZIONE ATTILIA ZAVA), MARIA SCARDELLATO (SINDACO DI ODERZO), MARIA TERESA DE GREGORIO (PRESIDENTE ODERZO CULTURA) (Servizio di Annamaria Parisi)


videoid(oINkKqH8sIc)finevideoid-categoria(a3treviso)finecategoria