23/06/2021 VENEZIA – Un percorso di fusione tra confindustria Veneto e Friuli Venezia Giulia. L’annuncio oggi nella sede veneta degli industriali insieme ai due presidenti. || Entro due anni le confederazioni degli industriali di Veneto e Friuli-Venezia Giulia si uniranno in un’unica Confindustria. L’ hanno annunciato i presidenti Carraro e Bono, lanciando il progetto di aggregazione delle Territoriali Regionali del Nord Est. L’obiettivo è quello di superare i confini amministrativi regionali per connettere in modo più efficiente le realtà produttive che già operano con filiere interdipendenti e integrate.L’area del Nord Est è un territorio omogeneo all’interno del quale attuare la sperimentazione di forme sovra-territoriali del sistema della rappresentanza, per la definizione di linee di condotta comuni. “Nel progetto, assicurano i due presidenti, non ci saranno preclusioni: “Confindustria Nordest sarà aperta a Emilia-Romagna, Trentino e Alto Adige ma la scelta, evidenziano, deve essere ragionata”. Il recovery plan potrebbe essere la possibilità per il paese di fare un passo in avanti. – Intervistati GIUSEPPE BONO (PRES. CONFINDUSTRIA FRIULI VENEZIA GIULIA), ENRICO CARRARO (PRES. CONFINDUSTRIA VENETO) (Servizio di Ilaria Marchiori)


videoid(wD-FiQxAIiE)finevideoid-categoria(a3venezia)finecategoria