21/06/2021 TREVISO – Con il ritorno alla normalità molti consumatori stanno notando aumenti sui prodotti, al supermercato ma anche al bar. Abbiamo parlato con clienti e titolari di locali || Chi lo accetta di buon grado visto il periodo difficile vissuto dai baristi e ristoratori, chi invece ha annotato prezzi e ed è già ingrado di calcolare l’inflazione, chi distingue tra costo al banco e costi al supermercato. Che i prezzi siano stati ritoccati al rialzo è innegabile, per beni come la bottiglietta d’acqua o il tramezzino, chi non lo ha fatto a Treviso ha fatto una scelta consapevole per gestire la concorrenza. Il nostro viaggio in città tra gestori e clienti per capire i diversi livelli di percezione nell’aumento dei prezzi, tra costi di materie prime e beni al consumo. – Intervistati DANIELA ZANCO (BAR “SAN VITO”), STEFANO MARANGONI (PIZZERIA “DA FAUSTA”), ISABELLA BRESSAN (“BAR DOLFIN”) (Servizio di Anna De Roberto)


videoid(pTZL-7DgbkE)finevideoid-categoria(a3treviso)finecategoria