15/06/2021 TREVISO – Parco Eolo imbrattato dai vandali, la polizia locale è già sulle tracce dei responsabili. L’invito è quello a farsi avanti. L’amministrazione ribadisce la “tolleranza zero” || Tolleranza zero, la linea ribadita dall’amministrazione comunale nei confronti di chi ha imbrattato con scarabocchi e bombolette le rampe dello Skate park del parco Eolo, area verde tra via Rota e via Brigata Marche. 9 mila metri quadri rinnovati a dicembre, che contano sull’ausilio di 4 telecamere di videosorveglianza, filmati che aiuteranno a rintracciare i responsabili. Scritte e scarabocchi che potrebbero costare molto più di una bravata; da cui l’invito del comandante della polizia Locale Andrea Gallo ai responsabili a presentarsi al Comando prima che vengano identificati e rischino conseguenze penali. Si tratterebbe comunque di un episodio isolato, anche grazie ai controlli costanti del nucleo di contatto urbano, che da gennaio ad oggi è stato impegnato in circa 500 servizi appiedati nei parchi urbani, volti sia a prevenire questi comportamenti vandalici, sia a fornire assistenza a chi frequanta i parchi – Intervistati SANDRO ZAMPESE (Ass. comunale ai Lavori Pubblici), ANDREA GALLO (Comandante Polizia Locale Treviso) (Servizio di Luisa Bertini)


videoid(EvGfwNcEzAk)finevideoid-categoria(a3treviso)finecategoria