11/06/2021 CROCETTA DEL MONTELLO – La comunità di Crocetta del Montello è sconvolta dopo il gesto estremo di Isabella Bandiera, la donna accusata di aver dilapidato il patrimonio della madre. “Ha vinto la solitudine, non giudichiamo”, dice il sindaco. || E’ una riflessione chiara e sincera quella di Marianella Tormena, sindaco di Crocetta del Montello, paese sconvolto per la tragica fine di Isabella Bandiera, la 37enne, stilista, che ha deciso di farla finita nelle ore in cui una tempesta la stava travolgendo.Isabella, infatti, poco meno di una settimana fa era stata accusata dalla Procura di Treviso, sulla base di una indagine delle Fiamme Gialle, di aver sottratto – tra il 2011 e il 2019, 1 milione e 600 mila euro all’anziana madre, ricoverata dal 2009 in una casa di cura della provincia. Isabella – poco più che ventenne – era diventata la sua amministratrice di sostegno Quei soldi però sarebbero stati usati per viaggi, alberghi, ristoranti, investimenti vari. L’intero patrimonio – in pochi anni – era stato letteralmente prosciugato. Da qui l’indagine.Il peso delle accuse, il clamore, forse la vergogna, per il sindaco anche la solitudine.Nel pomeriggio di sabato, l’ultimo addio nella chiesa di Ciano, è il momento del dolore e non del giudizio. – Intervistati MARIANELLA TORMENA (Sindaco di Crocetta del Montello) (Servizio di Cristian Arboit)


videoid(NLWzQtAj1PE)finevideoid-categoria(a3treviso)finecategoria