11/06/2021 VENEZIA – Il Consiglio Comunale di Venezia affronterà giovedì prossimo, problemi e disservizi del trasporto pubblico locale scoppiati in queste settimane.A portare il caso a Ca’ Farsetti il Partito Democratico d’accordo con gli altri partiti di opposizione. || Dopo quattro scioperi e settimane di dibattiti, proteste per la mancanza di corse, polemiche per mezzi troppo pieni o troppo vuoti e perfino aggressioni al personale Actv, la crisi del trasporto pubblico veneziano approderà a Ca’ Farsetti alle ore 15 di giovedì 17 giugno.Come richiesto dal PD e dagli altri partiti di opposizione, la conferenza dei capigruppo ha inserito il punto “problematiche del trasporto pubblico locale e disservizi” all’ordine del giorno del prossimo consiglio comunale. Il Partito Democratico veneziano chiede un immediato potenziamento del trasporto pubblico. Il consigliere Alessandro Baglioni, che ha espresso solidarietà ai dipendenti Actv per quanto accaduto in questi giorni, denuncia l’immobilismo dell’amministrazione comunale.”Le dichiarazioni contraddittorie del Sindaco di questi giorni, come la denuncia di un sabotaggio al ferry boat e la successiva retromarcia, stanno avendo come unico effetto l’aumento delle tensioni mentre gli utenti continuano a subire i disagi. – si legge in un comunicato – Da parte sua e della Giunta stiamo ancora aspettando azioni volte a ridurre i disservizi e a migliorare il servizio.” – Intervistati ALESSANDRO BAGLIONI (PARTITO DEMOCRATICO) (Servizio di Filippo Fois)


videoid(Xb2FwCO7Vc0)finevideoid-categoria(a3venezia)finecategoria