10/06/2021 REFRONTOLO – Molte fiere e sagre cancellate in questa estate 2021, ma non tutto si ferma. ”Saranno preferite le manifestazioni all’aperto in grandi spazi” spiega il sindaco di Refrontolo esperto di sicurezza nell’organizzazione di eventi || “Non ci saranno sagre e feste com’eravamo abituati gli scorsi anni, ma c’è un certo fermento, chi ha sempre fatto questo tipo di attività ha voglia di riprendere” le parole del sindaco di Refrontolo Mauro Canal. Voglia di tornare alla normalità anche attraverso le sagre e le feste di paese che prima della pandemia caratterizzavano la stagione estiva. Le normative e le incertezze del momento però condizionano l’organizzazione di questi eventi e così, come accaduto nel 2020, 12 mesi dopo, molte grandi manifestazioni non compaiono nel cartellone degli appuntamenti estivi. Ma non tutto si fermerà, a confermarlo il sindaco Canal che conosce bene la materia occupandosi di consulenza nell’ambito della sicurezza nella gestione degli eventi temporanei: “riprenderanno in maniera soft, facendo manifestazioni più semplici da gestire dov’è possibile garantire le distanze di sicurezza”. Protocolli non troppo diversi da quelli messi in atto nel 2020, ma quest’anno c’è un elemento in più: ‘’le cose, spiega Canal, potrebbero essere facilitate dalle persone che frequentano, che si sono abituate a queste modalità comportamentali”. La parola d’ordine dunque è buonsenso sia da parte degli organizzatori ma anche di chi vi parteciperà. Che eventi aspettarsi per l’estate alle porte? Manifestazioni all’aperto in spazi ampi che garantiscano il distanziamento – Intervistati MAURO CANAL (Sindaco di Refrontolo) (Servizio di Francesca Bozza)


videoid(XU4pE6rXyi4)finevideoid-categoria(a3treviso)finecategoria