09/06/2021 MESTRE – Lingua inglese, educazione al digitale ed orari flessibili. L’assessore alle politiche educative Laura Besio difende la scelta di esternalizzare i servizi dell’asilo nido Millecolori di Mestre. Ma le polemiche sul progetto non sono finite. || «E’ sbagliato parlare di “privatizzazione”; pur esternalizzato l’asilo comunale Millecolori di Mestre resta un servizio pubblico di cui il Comune è il titolare esclusivo». Difendendo dalle polemiche il progetto della giunta, l’Assessore alle Politiche Educative Laura Besio ha ricordato tra l’altro come si tratti di un’esperienza già avvenuta in Comune di Venezia, nel 2006 nel nido di San Pietro in Volta, re-internalizzato successivamente per occupare personale del Comune. Secondo i sindacati, che invece si oppongono all’esternalizzazione assieme ad alcuni partito di opposizione genitori e lavoratori, ci saranno meno educatrici di quelle oggi in servizio da una ogni sei bambini a una ogni otto. Una stima che però secondo l’assessore Besio non è ancora stata decisa – Intervistati LAURA BESIO (ASSESSORE POLITICHE EDUCATIVE VENEZIA) (Servizio di Filippo Fois)


videoid(5eT6QgUYgHQ)finevideoid-categoria(a3venezia)finecategoria