09/06/2021 SAONARA – Picchiato con un bastone e legato mentre era in casa sua. Vittima della rapina, avvenuta nella tarda serata di martedì a Saonara, un pensionato di 68 anni. || E’ preoccupato Luciano, cugino di Roberto Benetazzo, 68 anni, il pensionato rapinato martedì sera intorno alle 22.40 nella sua casa di Saonara. A Luciano è toccato due anni fa, la scorsa sera è stata la volta di Roberto. Era in casa quando due persone sarebbero entrate da una porta lasciata aperta. Avevano il volto coperto e uno era armato di pistola. Un’azione veloce. Una volta in casa, i due hanno colpito il pensionato con un bastone, gli hanno spruzzato contro uno spray al peperoncino e poi lo hanno legato mani e piedi riuscendo a fuggire con cinquemila euro in contanti a bordo dell’auto del poveretto. Sul posto sono arrivati i carabinieri della compagnia di Piove di Sacco che stanno conducendo le indagini. Medicato dal 118, Roberto Benetazzo è stato sentito in queste ore dagli investigatori che stanno passando al setaccio le immagini delle telecamere di sorveglianza del comune. A spiegarlo il sindaco di Saonara Walter Stefan che ha portato alla famiglia Benetazzo la sua solidarietà. L’auto del pensionato è stata ritrovata abbandonata. Nei piccoli paesi si riaffaccia la paura. – Intervistati WALTER STEFAN (Sindaco di Saonara) (Servizio di Chiara Gaiani)


videoid(FVZQKN9CYxk)finevideoid-categoria(a3veneto)finecategoria