05/06/2021 VENEZIA – Continua la raccolta fondi per riportare a Venezia il busto in marmo di Giovanni II Corner, il doge che condusse la Serenissima all’ultima grande vittoria contro gli Ottomani. L’opera sarà battuta all’asta a Viterbo a fine giugno. || E’ la testimonianza di un pezzo di storia importante di Venezia ed è ricomparso in una casa d’aste di Viterbo che lo venderà a fine mese. Del busto in marmo del doge Giovanni II Corner si erano perse le tracce, ma ora che è riapparso l’associazione Venetinet ha subito promosso una raccolta fondi per riportarlo a Venezia. La quotazione dell’opera dovrebbe muoversi entro una forbice che va dai 18 ai 25 mila euro. Ma più che al suo valore economico i promotori dell’iniziativa sottolineano il profondo significato storico e identitario che l’opera rappresenta: Giovanni Corner era in carica nel 1716 quando la Serenissima respinse un attacco degli Ottomani all’isola di Corfù, in quella che rimane l’ultima grande vittoria militare della sua storia. – Intervistati ELVINO COMUZZI (VENETINET) (Servizio di Filippo Fois)


videoid(lsF0GaGSsiE)finevideoid-categoria(a3veneto)finecategoria