04/06/2021 MONTEBELLUNA – Tragedia di Montebelluna: questa mattina gli uomini dello Spisal sono tornati al cantiere dove è morto Mattia Battisettti 23 anni. Fuori dla cantiere, come ogni giorno, la mamma Monica, i nonni e la fidanzatina || “Ogni giorno soprattutto per mio marito che oggi lavora in ospedale e non può essere qui. Noi ogni giorno veniamo perché abbiamo paura che qualcuno possa imbrogliarci e quindi dobbiamo essere presenti qui ogni giorno. Sono le parole strazianti di Monica Michielin, mamma di Mattia Battistetti, il 23 enne morto mentre stava lavorando.Le lacrime scendono, ormai ininterrottamente da un oltre un mese. Non possono fermarsi, perché quel vuoto che ha lasciato Mattia niente e nessuno potrà colmarlo. La forza di Mamma Monica e papà Giuseppe sono quella di sapere che prima o poi chi ha sbagliato pagherà. “Siamo aggrappati io e mio marito a questo non possiamo fare altro”. Mattia Battistetti è morto mentre stava lavorando travolto dal carico di una gru. E questa mattina sono arrivati ancora un volta di tecnici dello Spisal per effettuare ulteriori accertamenti. Ma non sono riusciti a raggiungere ancora la cima della gru‘’ Dovranno ritornare, continua la mamma, perché non sono riusciti a fare quello che dovevano fare”. Sono saliti a 10 gli indagati per questa tragedia. Intanto è arrivata ufficiale la notizia che Mattia rivive in altre persone, grazie alla sua generosità“ Sono state donate le cornee, una è andata in Portogallo, una ad un ragazzo in Puglia. Sono stati donati i tessuti ossei e sono andati ad Agordo, Ortisei, Latisana, Rovereto, i tessuti vascolari a Verona e Legnago”. – Intervistati MONICA MICHIELIN (mamma di Mattia) (Servizio di Daniela Sitzia)


videoid(qou-qCu0b6s)finevideoid-categoria(a3treviso)finecategoria