29/05/2021 MONTEBELLUNA – Nelle prime nove ore di apertura 5250 in più sulla Pedemontana Veneta grazie al nuovo tratto Bassano-Montebelluna, dati ufficiali diramati dal governatore Zaia . Il nostro viaggio tra gli automobilisti che hanno scelto di percorrerla per curiosita’ ma anche per verificare i tempi di percorrenza. || E’ stata soprattutto la curiosita’ a portare tanti veneti al volante lungo il nuovo tratto della pedemontana veneta, almeno quelli che sono entrati nell’ultimo casello aperto da ieri pomeriggio ovvero Montebelluna. Curiosita’ di vedere questa opera tanto chiaccherata, discussa, contestata. Cosi’ piu’ di qualcuno si e’ anche fermato qualche minuto su una delle piazzole per convincersi dell’asfalto drenante, delle barriere antirumore di ultima generazione, delle vie d’uscita ma soprattutto dell’innovativo impianto di recupero delle acque dalla sede stradale. Poi via verso la prima uscita utile, quella di Altivole.Poi c’e’ chi ha voluto percorrerla tutta la nuova tratta fino a Bassano ovest. Qui il traffico e’ un po’ piu’ sostenuto perche’ molti escono dopo aver percorso il tratto Da malo gia’ aperto da tempo.Pero’ anche per chi entra da qui verso Montebelluna e’ soprattutto la curiosita’ il motivo del viaggio.Un’arteria che decisamente avvicina luoghi e persone e la prova sta nell’orario in arpporto alle uscite. Partendo da Bassano ovest alle 13.-24 raggiungendo i 110 chilometri orari velocita’ massina attualmente consentita in tre minuti si passa davanti a Bassano est e un minuto dopo al casello di Loria Mussolente.Alle 13.30 quindi 6 minuti dopo la partenza si arriva a Riese Pio decimo mentre 4 minuti dopo si arriva ad Altivole. Pochi secondi e spunta il Montello e si arriva l’uscita obbligatoria alle 13.41. Quindi ora da Bassano si raggiunge Montebelluna in 17 minuti con un pedaggio di 5euro 50 centesimi. (Servizio di Lucio Zanato)


videoid(wQ5pbfn8f8Q)finevideoid-categoria(a3treviso)finecategoria