28/05/2021 MESTRE – Lotta al fumo anche negli spazi aperti. In occasione della giornata mondiale contro il fumo, l’ulss3 presenta l’iniziativa insieme ai sindaci del territorio. || L’Ulss 3 dichiara guerra al fumo, anche negli spazi aperti con un “manifesto” in 10 punti, sottoscritto da decine di Primari, specialisti, operatori sanitari uniti nel dire che non deve più esserci spazio dove fumare, dimenticando le regole del buon senso e della prevenzione.Quindi niente fumo anche negli spazi aperti. L’ Iniziativa è stata pensata in occasione della giornata mondiale contro il fumo, il 31 maggio, insieme ai sindaci del territorio che hanno pensato a molti spazi ‘smoke-free’. Questa mobilitazione contro il fumo viene consegnata idealmente nelle mani delle giovani generazioni; per questo, il ‘manifesto’ è stato consegnato a una prima media dell’Istituto comprensivo Gramsci di Camponogara, che si è distinta per l’attenzione a questi temi vincendo un concorso come seconda classificataLa “Giornata mondiale senza tabacco” è stata istituita nel 1987 dall’Organizzazione Mondiale della Sanità per focalizzare l’attenzione della popolazione sul tabacco come prima causa di morte evitabile al mondo. Le rilevazioni confermano che l’impegno del servizio sanitario regionale portano il Veneto tra le regioni virtuose quanto al contrasto al fumo da tabacco: in Italia la percentuale dei fumatori è al 25,3%, mentre in Veneto scende al 22,4%. Efficace l’azione per convincere i fumatori a smettere: gli ex-fumatori sono infatti in Italia il 17,6% della popolazione, mentre in Veneto sono ben il 21,5%. Ottimi i dati rilevati nel 2020 per l’Ulss 3 Serenissima: i fumatori si fermano al 22,3% della popolazione, e le persone che hanno smesso di fumare sono addirittura il 24,3%. – Intervistati EDGARDO CONTATO (DG ULSS 3 SERENISSIMA ), LUCA SBROGIO’ (DIR. DIPARTIMENTO PREVENZIONE ULSS3 SERENISSIMA), ANDREA MARTELLATO (PRESIDENTE COMITATO SINDACI) (Servizio di Ilaria Marchiori)


videoid(pFZjIqUbWqo)finevideoid-categoria(a3venezia)finecategoria