PADOVA – Vertice del Comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica a Padova. Comune, prefettura e responsabili delle forze dell’ordine si sono riuniti per discutere la gestione del nuovo Dpcm. Esclusa al momento la chiusura di vie o piazze, con una nuova ordinanza però, si introduce il divieto dopo le 21 di consumare qualsiasi bevanda per evitare assembramenti incontrollati. || Divieto di consumare qualsiasi tipo di bevanda all’aperto dopo le 21 in tutto il terriorio di Padova. La decisione è stata presa al termine del comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica che si è tenuto in Prefettura e che ha riunito forze dell’ordine e comune per fare il punto sulle nuove disposizioni previste dal dpcm emanato lo scorso 18 ottobre.La nuova ordinanza che Palazzo Moroni si appresta a scrivere – dopo un incontro per discuterla con le associazioni di categoria – dovrebbe entrare in vigore già da giovedì. Così facendo si vuole evitare ogni occasione di assembramento. In vigore c’è già il divieto di consumare alcolici dopo le 18 all’esterno dei locali, questa nuova ordiananza vuole ulteriormente restringere le possibilità di creare capannelli di persone vietando il consumo ogni bevanda dopo le 21.La situazione è difficile, la curva epidemiologica sale. L’invito da Palazzo Moroni è quello di rispettare le regole per evitare ulteriori chiusure che sindaci e prefetti possono ordinare in base alle disposizioni previste da governo. – Intervistati ANTONIO BRESSA (Assessore al Commercio del Comune di Padova), DIEGO BONAVINA (Assessore alla Sicurezza del Comune di Padova) (A cura di: Francesco Rataj)


videoid(KnqF6nAk2NQ)finevideoid-categoria(a3veneto)finecategoria