18/05/2021 ROMA – Mentre resta da chiarire il nodo del 7 giugno per il Veneto, vediamo qual è il calendario delle riaperture deciso dal consiglio dei ministri || Avverranno in progressione, le riaperture decise dal consiglio dei ministri dopo la cabina di regia. Che si procedesse per gradi, il presidente Mario Draghi lo aveva prospettato, ma non si è esagerato con le cautele e questo costituirà, per le attività produttive, una boccata d’ossigeno, e per i cittadini, un’iniezione di fiducia. Già da questa sera, il coprifuoco sarà posticipato dalle 22 alle 23, mentre da sabato riapriranno, nei fine settimana, i centri commerciali. Saranno riattivati nel week-end anche gli impianti di risalita nelle località di montagna, chiusi dall’estate scorsa. Anticipata al 24 maggio la data per la sospirata riapertura delle palestre, uno degli ambiti maggiormente penalizzati e che più ha protestato finora. Il 1 giugno, ad accogliere nuovamente all’interno i clienti saranno bar e ristoranti, che fino a quel giorno potranno continuare a servire solo all’aperto e rigorosamente seduti. Tornerà il caffè al banco, e si potrà pranzare e cenare al chiuso. Sempre dal 1 giugno si potrà tornare sugli spalti degli impianti sportivi all’aperto, con una capienza non superiore al 25% del consentito e comunque non superiore alle mille persone. Un altro importante step sarà quello del 7 giugno, quando il coprifuoco slitterà a mezzanotte: per il Veneto, una delle regioni che dovrebbe passare in zona bianca, dovrebbe venire cancellato del tutto. Un altro mese dovrà aspettare il comparto wedding: dal 15 giugno via libera alle feste di matrimonio, ma solo se vaccinati, guariti o in possesso di esito negativo del tampone eseguito entro le 48 ore. Da quella data ritorno del pubblico nelle fiere e nei parchi tematici, e sblocco della congressistica. Il coprifuoco sparirà definitivamente in tutta Italia a partire dal 21 giugno, infine, dal 1 luglio, saranno le piscine al chiuso a poter finalmente riaprire, insieme a centri termali, sale giochi, bingo e casinò, centri ricreativi e sociali, corsi di formazione pubblici e privati. E si potrà assistere nuovamente anche (Servizio di Lina Paronetto)


videoid(UJ9nsP9AkOo)finevideoid-categoria(a3venezia)finecategoria