12/05/2021 CESSALTO – Caporalato nel Trevigiano. Due pakistani sono stati arrestati per sfruttamento del lavoro e decine di loro connazionali. || Impiegati nei campi per 12 ore al giorno con paghe da fame, costretti a muoversi su mezzi senza assicurazione, presi a bastonate ogni volta che tentavano di avanzare i loro diritti. Un altro episodio di caporalato scoperto dai Carabinieri del Gruppo Tutela del Lavoro di Venezia, con il supporto dei militari di Treviso in un’impresa agricola con sede a Cessalto: i due titolari pakistani che sono stati arrestati, reclutavano connazionali da impiegare come manodopera. Ragazzi anche molto giovani fino a uomini di mezza età. Non prendevano nemmeno la metà di ciò che prevede il contratto nazionale, addirittura pagavano il pranzo 50 euro al mese, l’alloggio, 100 euro. Gli sfruttatori li accompagnavano nei campi, non li fornivano nemmeno di mascherine. L’operazione si inserisce in un più ampio servizio di controllo del territorio nel settore dell’agroalimentare tra le province di Treviso, Pordenone e Udine – Intervistati MAGG. FABIO DI REZZE (COM.COMPAGNIA CARABINIERI CONEGLIANO), TEN.COL.GIOVANNI PALATINI (COM. GRUPPO CARABINIERI TUTELA DEL LAVORO VENEZIA) (Servizio di Anna De Roberto)


videoid(VopZjhDSGGY)finevideoid-categoria(a3treviso)finecategoria