10/05/2021 TREVISO – Le complicazioni post Covid negli sportivi devono essere rivalutate clinicamente, prima di ricominciare a fare sport. || Fin dalle prime segnalazioni della malattia nel dicembre 2019 divenne chiaro che il COVID-19 si potesse rivelare come una malattia a lungo termine, alle volte con delle complicazioni croniche per molte persone.Questo è accaduto in pazienti che hanno avuto un’infezione iniziale lieve o moderata sia in coloro che sono stati ricoverati in ospedale per un’infezione grave. La sindrome Long Covid può avere effetti duraturi su molti apparati del corpo umano, e si ritiene possa durare diversi anni. Dati preoccupanti emergono anche da una recente ricerca dell’Unità Operativa Complessa di Medicina dello Sport diretta dal dottor Patrizio Sarto. Anche per questo motivo gli sportivi, soprattutto del mondo dilettantistico, devono essere rivalutati clinicamente con attenzione. Dipenderà se il giovane è stato completamente asintomatico, 40 o 60% o vero sintomatico.Per gli sportivi che hanno contratto il Covid è importante ricominciare a fare attività sportiva con gradualità, sottoponendosi ad esami clinici appropriati. – Intervistati PATRIZIO SARTO (Dir. UOC Medicina dello Sport ULS2 Treviso) (Servizio di Nicola Marcato)


videoid(SbdEpfl6Zso)finevideoid-categoria(a3treviso)finecategoria