08/05/2021 VENEZIA – «Grazie ai “test rapidi” si sono evitati diversi focolai nelle case di riposo del Veneto»: il presidente regionale dell’Unione Istituti per Anziani, Roberto Volpe racconta cos’è successo in questi mesi e perché ci sono state differenze tra la prima e la seconda ondata. – Intervistati ROBERTO VOLPE (PRES. UNIONE ISTITUTI ANZIANI VENETO) (Servizio di Filippo Fois)


videoid(e8BDOUPQKHw)finevideoid-categoria(a3venezia)finecategoria