07/05/2021 VENEZIA – Sta per compiere 150 anni di storia e ha un sogno nel cassetto: riportare in vita un antico squero del sestiere di Castello. E’ il progetto della Società di Mutuo Soccorso Carpentieri e Calafati di Venezia. || Nella lista di soci onorari contenuta nel registro gelosamente custodito nella sede di Castello, si leggono tra gli altri anche i nomi di Giuseppe Garibaldi e di Albino Luciani allora patriarca di Venezia e futuro Papa Giovanni Paolo I. La Società di Mutuo Soccorso Carpentieri e Calafati di Venezia è un ente senza fine di lucro che ha davvero attraversato un fetta di storia della città.Dall’800 ad oggi sono cambiate molte cose, ma la società ha continuato a perseguire quel principio di solidarietà mutualistica che è alla base del sodalizio.Oggi il sogno è quello di riportare in attività l’antico Squero di Sant’Isepo, un’area di 800 metri quadri di cui il Comune di Venezia detiene la nuda proprietà. Un progetto già presentato a Ca’ Farsetti e per il quale si è mosso anche il consigliere comunale Giuseppe Saccà. – Intervistati CESARE PERIS (PRES. SOCIETA’ MUTUO SOCCORSO CARPENTIERI E CALAFATI) (Servizio di Filippo Fois)


videoid(8raNNq82G6A)finevideoid-categoria(a3venezia)finecategoria