07/05/2021 VENEZIA – Mancano pochi giorni all’arrivo della carovana rosa in Veneto, prima tappa il 21 Maggio. Oggi a Venezia è stato firmato il protocollo d’intesa per la gestione della rete viaria con particolare attenzione alal sicurezza. || Se il format Cortina con i Mondiali di Sci ha dimostrato di fuzionare eccolo replicato anche per le 4 tappe del giro d’Italia atteso in Veneto con la prima fissata al 21 di Maggio, la tredicesima. E’ stato firmato anche per questa volta il protocollo d’intesa tra le due regioni, Veneto e Friuli e tutti i player gestori di infrastrutture viarie, autostrade, viabilità statale e regionale: di fatto l’accordo istituisce una control room che avrà in capo la gestione di tutti gli aspetti legati alla viabilità, al monitoraggio del traffico e l’informazione all’utenza. L’obbiettivo è oordinare tutti gli aspetti connessi all’impatto sulla rete stradale e autostradale in occasione del passaggio della carovana rosa ma anche guardare oltre, con un progetto di investimenti sul territorio per milioni di euro. Parallelamente la regione sta lavorando per portare a casa la gestione delle autostrade del Veneto, serve un emendamento approvato dal Governo chiesto da tutte le forze politiche in Parlamento. “Le strade del Veneto, con la loro efficienza, accolgono gli atleti e i loro team nel migliore dei modi anche quest’anno” – ha dichiarato il Presidente Zaia – in un certo senso, anche i nastri d’asfalto vogliono abbracciare i ciclisti come sono pronti a fare appassionati e tifosi” – Intervistati UGO DIBENNARDO (AMM. DELEGATO CAV), ELISA DE BERTI (ASS. TRASPORTI REGIONE VENETO) (Servizio di Anna De Roberto)


videoid(VfWEho4TZbs)finevideoid-categoria(a3veneto)finecategoria