03/05/2021 BELLUNO – Una festa di compleanno proibita a cavallo del week end del 25 aprile, e cioè ancora in fascia arancione, rischia di causare un nuovo focolaio nelle Terre Alte. E’ accaduto nella zona di Vodo di Cadore || E’ bastata una festa di compleanno proibita a cavallo del week end del 25 aprile, in zona arancione, a causare certamente due contagi da Covid 19 che potrebbero comportare qualche rischio di coda epidemica in Cadore. I tracciatori della stanza 6 del Dipartimento di Prevenzione dell’Ulss 1 hanno dovuto lavorare lungamente per risalire a tutti i partecipanti alla festa che non erano stati segnalati come contatti stretti.Domani la comitiva sarà sottoposta a tampone, mentre già da stasera tutti i partecipanti alla festa di compleanno saranno in quarantena, con la speranza che nel frattempo siano state prese tutte le precauzioni necessarie a limitare i danni.Sul fronte vaccinale il ponte del 1° Maggio è stato dedicato a sedute massicce in tutta la provincia: la copertura ha superato il 95% negli over 80 e il 75% negli over 70, mentre resta ancora molto lavoro da fare per gli over 60 . – Intervistati SANDRO CINQUETTI (DIRETTORE DIPARTIMENTO PREVENZIONE ULSS 1 DOLOMITI) (Servizio di Tiziana Bolognani)


videoid(H_lYdcHC4d4)finevideoid-categoria(a3treviso)finecategoria