30/04/2021 VENEZIA – In occasione delle celebrazioni per i 1600 anni di Venezia, uno studio del giornalista e storico Maurizio Crovato, porta sotto i riflettori il ruolo di due grandi intellettuali veneziani che tanto hanno fatto per la ricerca storiografica e la vita culturale della città. Scopriamo insieme chi sono. || Ernesto Tito Canal e Wladimiro Dorigo: due grandi intellettuali che tanto si sono spesi per dare lustro alla città di Venezia e alla ricerca storiografica delle sue origini. Meritano sicuramente una menzione in occasione delle celebrazioni per il milleseicentesimo compleanno della città.Ernesto “Tito” Canal è uno dei pionieri dell’archeologia lagunare, un autentico coraggioso appassionato di cultura, con una lunga esperienza maturata tra velme e barene, alla ricerca di tracce ancora presenti del passato lagunare. La sua ricerca ha individuato 175 siti archeologici e ha consegnato alla soprintendenza oltre 90 mila reperti, fatiche che gli hanno meritato a buon diritto il titolo “Ispettore onorario” prima della soprintendenza ai Beni archeologico del Veneto nel 1971 e poi della soprintendenza ai Beni Storico-Artistici di Venezia nel 1980. Questo volume presenta i risultati di cinquant’anni di ricerche ininterrotte condotte da Canal sul campo, con l’ausilio di esperti e di semplici appassionati, lavoro fatto sempre con perizia, passione e competenza; esso si pone fin da subito quale strumento indispensabile e come tavolo di confronto aperto per quanti vogliono accostarsi allo studio della laguna di Venezia, laguna che ha ancora tanto da svelare. – Intervistati MAURIZIO CROVATO (GIORNALISTA E STORICO DI VENEZIA) (Servizio di Lorenzo Mayer)


videoid(EgfW8_WkZ7k)finevideoid-categoria(a3venezia)finecategoria