30/04/2021 MESTRE – Dopo 12 anni, le reyerine di coach Ticchi conquistano il pass per la Finale Scudetto. Un risultato storico. Nelle semifinali successo delle orogranata anche in gara 2 contro la Segafredo Bologna. Dalla sfida di stasera tra Famila Schio e Ragusa uscirà l’altra finalista. Le vicentine sono, per ora, avanti 1-0 nella serie. Da giovedì 6 la serie scudetto. || E’ Finale Scudetto! L’Umana Reyer Femminile bissa il successo in trasferta e batte la Virtus Segafredo Bologna anche al Palasport Taliercio di Mestre con il punteggio finale di 78 a 66. Vittoria storica che vale la qualificazione alla Finale Scudetto, traguardo che, alla società lagunare, mancava da ben 12 anni.Contro la Virtus Segafredo Bologna, giovedì sera, per la Reyer è stata comunque una partita tutt’altro che facile, per le ragazze di coach Ticchi (che lascia fuori Petronyte nelle rotazioni delle straniere e parte con Carangelo, Anderson, Penna, Howard e Fagbenle in quintetto). Fin dalle prime battute i ritmi sono alti, con la tensione della posta in gioco che si vede nelle palle perse (saranno 10-7 dopo i primi 10′) e nelle basse percentuali. Il punteggio è basso e l’Umana Reyer tocca un massimo margine di +3 (12-9) al 7’30”, andando al primo intervallo sotto 15-16. Bologna chiude l’area anche in avvio di secondo quarto, quando tocca il +7 sul 19-26 al 13’30”. Le orogranata provano a restare a contatto con i liberi, sfruttando il bonus speso dalla Virtus dopo nemmeno 2’30”, riuscendo poi a rimettere il naso avanti solo con la tripla di Penna che chiude il primo tempo sul 38-35.Howard, ben supportata da Carangelo, è la costante del match dell’Umana Reyer, ma il match resta in equilibrio fino a metà del terzo periodo (46-45). Le orogranata accelerano fino al 54-45 al 27′, ma la Segafredo, che nel secondo tempo trova anche Williams a supporto di un’ottima Bishop, si riavvicina fino al 56-52, prima del libero finale di Pan, sul quinto fallo di D’Alie, che vale il 59-52. Le ospiti cominciano a risentire della fatica, in un match molto fisico, con la solita Howard che mette al 33′ la tripla del 64-55. Anche Begic esce per falli al 36′, con la Virtus che prova l’ultimo sforzo, ma si ferma sul 70-64 al 36’30”. La prima doppia cifra di vantaggio delle orogranata arriva sul 74-64 al 37’30”, infine Anderson chiude con i liberi del 78-66.Le orogranata, in questa st – Intervistati GIAMPIERO TICCHI (COACH UMANA REYER FEMMINILE) (Servizio di Lorenzo Mayer)


videoid(MnM73x9rCNo)finevideoid-categoria(a3venezia)finecategoria