30/04/2021 VENEZIA – E la conferenza stampa a Marghera è stata anche l’occasione per l’assessore Lanzarin per fare il punto sui contagi a scuola || I primi segnali di piccoli focolai in ambito scolastico si erano avuti nelle singole province, ora è la regione a fornire la fotografia generale della situazione dei contagi tra gli studenti con i dati aggiornati al 27 aprile. 1270 gli eventi attenzionati dai servizi di prevenzione, 1832 gli studenti positivi e 21657 quelli in quarantena, 169 e 1593 invece rispettivamente insegnanti e personale scolastico contagiati e in isolamento. La fascia maggiormente interessata è quella della scuola primaria e secondaria di secondo grado. E a proposito di fasce d’età in cui si registra una maggiore incidenza del contagio, significativi i dati che emergono: quella che cresce di più è 0-14 a seguire la fascia 15-24 anni. La fascia degli over 80 risulta invece la meno colpita, frutto delle vaccinazioni che hanno inizialmente interessato proprio questa popolazione. Sul fronte vaccinazioni che vedranno a breve coinvolti anche i farmacisti si pone ora il problema della tipologia di vaccino che potranno somministare, perchè abbassandosi l’età da vaccinare, si potranno utilizzare solo sieri con la catena del freddo. Le regioni porranno la questione martedì in commissione sanità, mentre anche il commissario Figliuolo starebbe ragionando su una nuova forma di distribuzione alle farmacie – Intervistati MANUELA LANZARIN (Assessore alla Sanità Regione Veneto) (Servizio di Francesca Bozza)


videoid(XH3EfxwxR0Q)finevideoid-categoria(a3veneto)finecategoria