30/04/2021 MONTEBELLUNA – Il tragico infortunio di Montebelluna. Cantiere chiuso e sotto sequestro mentre in Procura si indaga per omicidio colposo. Alle 17 un minuto di silenzio davanti al Municipio e in contemporaena in tutti i cantieri d’Italia per la morte del 23 enne Mattia Battistetti || La commozione del presidente dell’associazione mutilati e invalidi del lavoro e il minuto di silenzio in tutti i cantieri edili d’Italia sono il segno della commozione crescente per la morte del 23 enne montebellunese Mattia Battistetti. E oggi dei fiori bianchi davanti al cancello del cantiere e in corrispondenza del punto dove il giovane e’ stato schiacciato da un bancale di 15 quintali di ponteggi ricordano la tragedia di ieri mattina poco dopo le otto in via Magellano a Montebelluna. L’intero cantiere e’ chiuso, fermo e sotto sequestro in attesa che la procura istruisca ufficialmente il fascicolo d’indagine con l’ipotesi di omicidio colposo al momento a carico di ignoti. Tante le domande a cui dare una risposta; cedimento strutturale del cavo d’acciaio della gru o errore umano nell’agganciare il bancale? Perche’ Mattia e il suo collega estavano passando sotto al carico in spostamento quando la prima regola in ogni cantiere e’ non stare mai vicino al materiale in movimento con la gru? Domande che si stanno facendo in molti, tra i primi il presidente dell’associazione invalidi del lavoro di Treviso. – Intervistati GIANNI DE SANTI (Presidente Anmil Treviso) (Servizio di Lucio Zanato)


videoid(gPFiE-a4p5Q)finevideoid-categoria(a3veneto)finecategoria