29/04/2021 VENEZIA – Finalmente, dopo il passaggio in “zona gialla” si è potuto procedere, in campo San Luca a Venezia, all’apertura dell’uovo gigante di cioccolato dedicato alla rinascita di Venezia. Era pronto dal giorno di Pasqua, alto un metro, e pesante oltre 20 chili di golosa bontà. || Con il passaggio di Venezia in “zona gialla” si è finalmente potuta celebrare anche l’apertura, in campo San Luca a Venezia, del grande uovo di Pasqua, opera del maestro pasticcere veneziano Giancarlo Vio, omaggio alla rinascita di Venezia, proprio nel momento in cui si festeggia il compleanno dei 1600 anni della città. “Venezia a te che sei unica al mondo, regina dell’arte e della bellezza, un omaggio alla tua rinascita”.Questa la dedica impressa nell’uovo pasquale di cioccolato dedicato alla rinascita di Venezia. Era pronto dal giorno di Pasqua opera del maestro pasticcere Giancarlo Vio, alto un metro, e pesante oltre 20 chili di golosa bontà.  Venti chili di cioccolato fondente lavorato per ore dalle mani inesauribili di Giancarlo Vio, 85 anni, pasticcere da quando ne aveva 14, che insieme alle figlie Ornella e Alessandra, è titolare di Marchini Time, in campo San Luca.L’omaggio alla città, con tanto di dedica, decorazioni, riccioli e fiori di zucchero, arriva da lontano e porta in pancia una sorpresa per il sindaco Luigi Brugnaro e un’altra per il presidente del Veneto Luca Zaia.Le opere dell’artista Giorgio Bortoli – una pietra del campanile sormontata dal leone di San Marco – sono il dolce peso che l’uovo gigante racchiude in sé.«Volevamo fare qualcosa per la città – spiega Ornella Vio – e questo uovo è il nostro pensiero in un’altra Pasqua difficile per tutti. Ma è anche un messaggio di speranza, affinché Venezia esca dalla crisi e riprenda il suo posto nel mondo. – Intervistati ERMELINDA DAMIANO (PRESIDENTE CONSIGLIO COMUNALE VE), LORENZO BALLARIN (PASTICCERE) (Servizio di Lorenzo Mayer)


videoid(8OGQ2M5FAKE)finevideoid-categoria(a3venezia)finecategoria