27/04/2021 MESTRE – Il Comune di Venezia ha avviato un “censimento centri estivi” dove attraverso il suo sito internet le associazioni interessate possono avanzare la propria candidatura. La giunta ha inoltre approvato la realizzazione dei centri estivi comunali per le realtà che non hanno spazi propri. || L’anno scorso pur in un periodo di pandemia sono stati circa 10mila i ragazzi del Comune di Venezia che, tra realtà private, parrocchiali e pubbliche, hanno frequentato i centri estivi. Ed è un impegno, quello verso i centri estivi, che l’amministrazione comunale ha rinnovato e rafforzato anche quest’anno.Il Comune ha infatti avviato attraverso il proprio sito internet quello cheè stato definito un “censimento centri estivi” dove le associazioni interessate possono avanzare la propria candidatura. La giunta ha inoltre approvato la realizzazione dei centri estivi comunali per le realtà che non hanno spazi propri.La quota settimanale a bimbo è pari a €60, quindicinale €110, per ogni fratello prevede alcune riduzioni. Il servizio di ristorazione scolastica sarà fornito da Ames SpA con un costo pari a €4 per bimbi da 3 a 6 anni e €4,25 per bimbi sopra i 6 anni. A breve sarà pubblicato un avviso con cui saranno acquisite le manifestazioni d’interesse verso le sedi di alcune scuole messe a disposizione a titolo gratuito da parte del Comune, assieme a fornitura energetica e acqua. – Intervistati LAURA BESIO (ASSESSORE POLITICHE EDUCATIVE COMUNE DI VENEZIA) (Servizio di Filippo Fois)


videoid(3894vCd8MpI)finevideoid-categoria(a3venezia)finecategoria