19/04/2021 VENEZIA – Ricoveri in calo, ma non bisogna abbassare la guardia. Sul tema vaccinazioni: «Dal 29 aprile in Veneto 50mila dosi Pfizer in più a settimana. Ma oggi si è parlato anche degli anticorpi monoclonali: il veneto primo in Italia || Ormai è chiusa la partita over 80. Anche se si è registrato in Veneto un caso strano. “Abbiamo un 1 % che non si trova, sono anziani spariti, non si sa dove siano finiti”, spiega il presidente della Regione veneto Luca Zaia Ora però bisogna accelerare la vaccinazione degli over 70. In veneto sono 490mila. Fino a quando non sarà terminata, non si inizierà ha continuato Zaia, a vaccinare altre categorie. Non ci saranno ha poi aggiunto altri rallentamenti sulle vaccinazioni: ‘’ dal 29 Aprile in Veneto dovrebbero arrivare 50 mila dosi di Pfizer in più a settimana’’. Per quanto riguarda Moderna, ci sono 21mila dosi, in questi giorni è il più difficile da inoculare perché è stato altalenante nelle forniture. Il Veneto ieri sera ha raggiunto il record del 92,4% di dosi somministrate rispetto a quelle consegnate. Il presidente ha poi parlato dei ristoratori e del fatto che molti non hanno la possibilità di avere un plateatico. “Mi metto nei panni di una città storica come Venezia dove i plateatici e gli scoperti sono molto limitati, una riflessione du questo tema va assolutamente fatta’’. Sulle proteste ieri dei no Vax a Conegliano il presidente è stato lapidario: “ la protesta è sacrosanta, è legittima ed è giusto che tutti possano esprimere la propria opinione, ma bisogna farlo nel rispetto delle regole’’.La dottoressa Tacconelli ha presentato lo studio Mantico: il Veneto è primo in Italia nel trattamento dei pazienti con le terapie monoclonali. Aifa ha assegnato alla nostra regione la ricerca su questo tipo di cure. Saranno 1260 i pazienti over 50 che potranno entrare in questo studio. Non solo, Tacconelli ha poi spiegato che in Italia sono state somministrate 2000 terapie con anticorpi monoclonali, di questi 410-420 sono veneti. Su questi a Verona ne sono state fatte 115. Questi pazienti, seguiti nel tempo, hanno più di 70 anni e con almeno una patologia severa concomitante: il 27 % secondo gli studi subiscono un ricovero e di questi il 25% muore. Invece, di qu – Intervistati LUCA ZAIA (Presidente Regione Veneto), EVELINA TACCONELLI (Professore ordinario Malattie Infettive Verona) (Servizio di Daniela Sitzia)


videoid(_NZ8kgf-z94)finevideoid-categoria(a3venezia)finecategoria