14/04/2021 TREVISO – La vendita del laboratorio artistico di Toni e Simon Benetton: il sindaco Mario Conte spera di realizzare una cordata di cittadini interessati a salvare questo pezzo di storia dell’arte da possibili speculazioni. || Trecentoventimila euro per salvare un pezzo di storia e di arte trevigiana. E’ quanto chiede l’agenzia immobiliare che sta trattando la vendita del laboratorio di Toni e Simon Benetton a sant’Artemio ed e’ l’obbiettivo che si e’ posto il sindaco Mario Conte costruendo una cordata di cittadini interessati all’investimento.Perche’quei laboratori circolari potrebbero diventare non solo un museo espositivo del ferro battuto ma l’intera area, 1100 metri quadrati, permetterebbe spazi verdi oltre che conversioni abitative per immobili di poco pregio previsti nella vendita. L’idea sarebbe di rendere vivo e vivibile questo angolo di storia arte e natura, tra il Limbraga e il parco della Storga. Sindaco cosi’ convinto del recupero al punto da far scendere in campo il comune stesso.Comunque il primo appello e’ per i cittadini e il sindaco lo lancia sin d’ora. – Intervistati MARIO CONTE (Sindaco di Treviso) (Servizio di Lucio Zanato)


videoid(fnHida6DA8g)finevideoid-categoria(a3treviso)finecategoria