07/04/2021 TREVISO – Il 2020 si è chiuso con un saldo negativo di 390 aziende, ma a rischiare sono ben 4000 entro la fine dell’anno, di queste 1500 sono le cossidette Zombie. Tremano anche 27 mila lavoratori del comparto. Questa la fotografia del terziario della Marca di Unascom. || La parola più ricorrente è agonia, seguita da resilienza. Su tutto però ci sono i dati di un dramma economico senza precedenti, certificato stavolta da uno studio di Unascom Treviso in collaborazione con Format Reserach.Il Covid nel 2020 ha cancellato nella Marca 400 imprese del terziario e altre 4000 potrebbero chiudere entro il 2021, tra queste 1500 aziende definite zombie. “Sono quelle che fanno fatica anche a chiudere e che stanno sopravvivendo solo grazie ai ristori”, dice Tullio Nunzi, commissarrio di Unascom Treviso.Ma quello tracciato dai commercianti è un percorso di guerra anche sul fronte occupazionale. Entro la fine dell’anno a rischio ci sarebbe un quinto dei posti di lavoro nel comparto, in termini assoluti 27 mila tra bar, ristoranti, strutture ricettive. Sul fronte del credito, il 43 per cento sta vivendo un peggioramento della situazione finanziaria, anche a causa di ritardi nei pagamenti.La stessa crisi colpisce diversamente nella Marca: è più dura a Vittorio Veneto e Castelfranco, mentre si registra maggiore resistenza a Treviso e Oderzo. Di certo, nel 2020 è andato in fumo oltre un miliardo e mezzo di valore aggiunto.Arrivati a questo punto servono vaccini presto e subito per tutti dice Rino Rinaldin, presidente Ascom di Oderzo, mentre chiede solo di evitare continui cambi di rotta Pierluigi Sartorello, a capo del mandamento castellano. “Si profila il dilemma del dopo”, aggiunge dall’Ascom di Vittorio Michele Paludetti.E qui si innesca la crisi di fiducia, troppo deboli ancora le prospettive di ripresa.”Servono intreventi strutturali. Il dato più preoccupante è che non nascono più imprese”, sottolinea Federico Capraro, presidente del mandamento di Treviso. – Intervistati TULLIO NUNZI (Commissario Unascom Treviso), PIERLUIGI ASCANI (Format Research), FEDERICO CAPRARO (Presidente Ascom Treviso) (Servizio di Cristian Arboit)


videoid(gOHbEPxzF0c)finevideoid-categoria(a3treviso)finecategoria