07/04/2021 VENEZIA – Questa mattina dalle 8 a Venezia agitazione a sorpresa dei dipendenti Actv con il cosiddetto sciopero bianco che proseguirà ad oltranza, dicono i sindacati. Venerdì il punto in Regione || Venerdì prossimo 9 aprile i lavoratori Actv verranno ricevuti in Regione nel primo pomeriggio nell’incontro previsto con i sindacati dalle 14.30 con gli assessori De Berti e Donazzan, in attesa dell’esito della comunicazione ministeriale della Commisione di Garanzia per valutare da una parte il mancato rispetto di non scioperare dei lavoratori e dall’altra i mancati accordi di Actv e Avm con sindacati e lavoratori in merito ai tagli di indennità in busta paga e, paradossalmente, all’aumento del carico di lavoro per via del covid. Nel frattempo mattinata di passione per studenti e i tanti pendolari da e per Venezia per l’agitazione a sorpresa degli autisti di bus e tram e anche dei piloti e capitani della navigazione contro la nuova turnistica decisa unilateralmente dall’azienda. Protesta corale che proseguirà ad oltranza e a spot anche nei prossimi giorni. Saranno gli autisti e i tutti i dipendenti Actv uniti a dettare le condizioni generali di trasporto. Come? “Decidendo di non fermarsi ai previsti punti di stop delle linee, non facendo cioè salire i passeggeri a bordo rispettando così la prevista capienza massima anticovid, – fanno sapere-, accumulando ritardi sui tempi di attesa del prossimo tram o vaporetto”. Infine letteralmente boiocottato dai sindacati l’incontro con i vertici aziendali del pomeriggio odierno, “perché ritenuto una vera provocazione, di più una farsa e una falsa disponibilità rispetto alle aperture di confronto proposte”, dicono (Servizio di Annamaria Parisi)


videoid(G2J5e7EJeLc)finevideoid-categoria(a3venezia)finecategoria