07/04/2021 PADOVA – Individuati gli autori del folle raid vandalico al cimitero dell’Arcella. Sono quattro giovanissimi del quartiere || Lo hanno fatto per cercare un po’ di svago, per movimentare un sabato sera a base di alcolici. Lo sfregio al cimitero dell’Arcella è frutto della noia. Questa l’unica giustificazione data dal gruppo di quattro ragazzini denunciati dalla squadra mobile di Padova per vilipendio delle tombe e danneggiamento aggravato. Tre 16enni di origine straniera e un 18enne padovano sono gli autori del raid vandalico al camposanto dell’Arcella la notte di sabato. La banda conosceva bene i luoghi ed era una frequentatrice abituale del parco Milcovich. Proprio sabato sera il più grande dei quattro era stato controllato mentre si aggirava nella zona della parrocchia poco lontano dal cimitero. La polizia poi ha rintracciato i tre 16enni che erano soliti uscire insieme. Le indagini hanno rilevato poi corrispondenze con impronte e tracce di sangue repertate dalla polizia scientifica sulle croci sporcate durante il raid vandalico. La serata dei ragazzi era cominciata presto, cena e bevuta insieme poi la decisione di fare qualcosa di diverso, sono usciti e hanno scavalcato la recinzione del parco e da qui il muro del cimitero. Hanno camminato sui tetti delle cappelle dei defunti e poi hanno infierito infrangendo le vetrate e sradicando croci e fiori. Per il momento i quattro sono stati denunciati, ma anche le famiglie dovranno spiegare come mai a mezzanotte durante il coprifuoco i figli non erano in casa. (Servizio di Valentina Visentin)


videoid(tCt4f9J8-ks)finevideoid-categoria(a3veneto)finecategoria