MOTTA DI LIVENZA – Ha minacciato di morte la sua ex compagna, voleva darle fuoco. Un 34 enne fermato in tempo dai carabinieri ed arrestato || Si è recato davanti all’abitazione della sua ex compagna. L’ha aggredita e minacciata di morte. Con sè l’uomo un marocchino di 34 anni già conosciuto alle forze dell’ordine, si era portato una tanica con della benzina. Sono stati attimi di vero terrrore per la donna, una connazionale dell’uomo. Le grida hanno attirato l’attenzione di altre persone. Immediatamente sono stati allertati i carabinieri. Voleva darle fuoco. Più volte aveva terrorizzato la sua ex compagna, più volte l’aveva minacciata. Dalle parole è passato ai fatti. Lo stalker, ha aspettato che la donna fosse a casa e la sera ha agito senza esitazione. L’intervento dei militari dell’arma della stazione di Motta di Livenza assieme ai colleghi di Oderzo e Cessalto, hanno evitato che l’aggressione potesse terminare in una tragedia. Lo straniero nel tentativo di divincolarsi dall’arresto, in flagranza di reato, ha spintonato i carabinieri. Quindi oltre all’aggressione e alla minaccia ora dovrà anche rispondere dell’accusa di resistenza a pubblico ufficiale. Il 34 enne è stato portato nel carcere di Santa Bona. Mentre la tanica con la benzina è stata posta sotto sequestro. (A cura di: Daniela Sitzia)


videoid(LYGlxkVdwUo)finevideoid-categoria(a3veneto)finecategoria