25/03/2021 MESTRE – Domani sciopero dei “riders” di due piattaforme che consegnano cibo a domicilio. Chiedono più tutele e migliori condizioni lavorative sia come inquadramento contrattuale che come stipendio. || Sono pagati a cottimo e raccontano di giornate in cui aspettiamo anche per ore fuori dai ristoranti senza ricevere ordini e quindi senza stipendio. I riders scioperano un giorno per chiedere migliori condizioni di lavoro a partire proprio da un compenso fisso orario e che cessi il continuo abbassamento delle tariffe di consegna. “Speculano su noi lavoratori e non ci danno ascolto – raccontano – visto che possiamo lamentarci con loro solo tramite App o via mail”. Altri motivi dello sciopero che coinvolge i Riders a livello nazionale, sono l’impiego del contratto nazionale del settore trasporti e la sicurezza sul lavoro. E poi per quei diritti che dovrebbero spettare a qualsiasi lavoratore come malattia, maternità e rappresentanza sindacale. in occasione dello sciopero del 26 marzo chiedono ai clienti di essere solidali e non utilizzare le App del servizio di consegna a domicilio. (Servizio di Filippo Fois)


videoid(Uyfl97Tgp8I)finevideoid-categoria(a3venezia)finecategoria