22/03/2021 BELLUNO – Continua spedita la campagna vaccinale anti Covid in Ulss Dolomiti. Nel pomeriggio un centinaio di somministrazioni sono state effettuate in Comelico. || In Comelico, una fra le aree in cui è maggiore l’incidenza dei casi positivi al Covid-19, si è iniziato a vaccinare. All’appello dei sindaci l’Ulss Dolomiti ha risposto con una seduta riservata a persone di età compresa fra i 75 e i 79 anni: nel pomeriggio un centinaio di somministrazioni sono state eseguite a Santo Stefano grazie all’organizzazione dell’Unione Montana e dei medici di medicina generale del territorio.Domenica tutto esaurito al drive in di Agordo e compatibilmente con le nuove forniture del vaccino Astrazeneca sarà programmata l’offerta per tutta la popolazione rientrante nelle classi d’età fra i 75 e i 79 anni. L’Ulss 1 ha attivato il sistema di prenotazione on line per le persone con più di 80 anni con sedute vaccinali dedicate a Belluno, Alpago, Feltre, Tai di Cadore e Agordo.D’intesa con la Prefettura l’azienda sanitaria ha programmato i recuperi vaccinali per gli operatori dei servizi essenziali sospesi a causa dello stop precauzionale della somministrazione di Astrazeneca: le dosi saranno somministrate con chiamata diretta fino al prossimo 29 marzo; riprogrammata anche l’immunizzazione non eseguita al personale della scuola in Cadore e Agordino: il recupero è stato programmato per il 24 e 25 marzo prossimi. – Intervistati MARIA GRAZIA CARRARO (DIRETTRICE ULSS 1 DOLOMITI) (Servizio di Tiziana Bolognani)


videoid(CA5bXEZ3ILc)finevideoid-categoria(a3treviso)finecategoria