20/03/2021 VENEZIA – I lavori per la messa in sicurezza dall’acqua alta della Basilica di San Marco. E’ questa la richiesta del Primo Procuratore Tesserin in moda da poter rispettare i tempi. || E’ di 2,7 milioni di euro la somma necessaria per avviare il primo gruppo di interventi più urgenti nella Basilica di San Marco, a Venezia, dopo l’eccezionale marea del 29 ottobre e quelle di minore entità che si sono susseguite nei giorni successivi. La stima è stata fatta stasera da Carlo Alberto Tesserin, Primo Procuratore, e dall’architetto Mario Piana, Proto di San Marco.”La Procuratoria è già pronta a spendere e ha in realtà già cominciato a farlo circa 700 mila euro – aggiungono – mentre per i restanti 2 milioni la Procuratoria di San Marco richiede uno specifico intervento del governo italiano”. La commissione cultura del Senato, presieduta dall’onorevole Riccardo Nencini, lo scorso dicembre in visita a San Marco ha dato garanzie che i fondi ci sono. La commissione del Senato della Repubblica, nel corso della sua visita in laguna aveva anche incontrato il Patriarca di Venezia, monsignor Francesco Moraglia. – Intervistati CARLO ALBERTO TESSERIN (PRIMO PROCURATORE DI SAN MARCO ) (Servizio di Lorenzo Mayer)


videoid(yL_bfVOmTzM)finevideoid-categoria(a3venezia)finecategoria