19/03/2021 VEDELAGO – Paura assembramenti, timori a Vedelago per la celebrazione della santa cresima, nel fine settimana, per oltre cento ragazzi. I genitori si sono rivolti a noi, e anche al sindaco. || Santa cresima in zona rossa per oltre cento ragazzi, nei giorni in cui si prevede il picco di questa ondata del virus. A Vedelago, non è piaciuta a tutti la determinazione dei parroci, in particolare di quello di Cavasagra, Casacorba e Albaredo, coordinatore dell’evento, a confermare la celebrazione. Alcuni genitori hanno chiamato la nostra redazione perché temono troppo affollamento in chiesa, anche se le messe saranno alla fine tre. Del caso è stato interessato anche il sindaco Cristina Andretta, che ha contattato telefonicamente il parroco don Moreno De Vecchi. Si cercherà di svolgere tutto con la massima attenzione e il rigoroso rispetto delle regole, anche se diverse famiglie pensano che sarebbe stato meglio rinviare a tempi migliori. Per ogni ragazzo potranno essere presenti genitori e padrini, in chiesa potrebbe esserci parecchia gente e i più cauti esitano. Anche sul sagrato occorrerà vigilare perché non si verifichino situazioni a rischio. Di contro ci sono loro, i protagonisti di questa celebrazione, che hanno compiuto un percorso per ricevere questo sacramento e, pur sapendo di non poter festeggiare, vogliono che la celebrazione si svolga. – Intervistati CRISTINA ANDRETTA (Sindaco di Vedelago) (Servizio di Lina Paronetto)


videoid(nu1vuLvmjD8)finevideoid-categoria(a3treviso)finecategoria