19/03/2021 TREVISO – L’iniziativa di otto autotrasportatori trevigiani che attraverso una petizione chiedono al ministro dei trasporti di modificare un articolo del codice della strada che impedisce loro di guidare dopo i 68 anni || Si sono affidati all’avvocato trevigiano Fabio Capraro che per loro conto ha inviato una petizione alla IX Commissione Trasporti della Camera dei Deputati per chiedere una modifica della norma, nello specifico l’articolo 126del Codice italiano della strada che impedisce ai camionisti con oltre 68 anni di guidare mezzi di peso inferiore alle 44 tonnellate, opportunità però concessa a conducenti di altri paesi europei. A portare avanti questa richiesta otto autotrasportatori trevigiani, prossimi ai 68 anni, che si sono rivolti all’avvocato Capraro per chiedere al Ministro dei trasporti Giovannini di rivedere la normativa anche a fronte di una direttiva della comunità europea del 2006 che precisa come non vi debbano essere limiti d’età ma siano da tenere in considerazione le capacità psicofisiche del conducente. “Contrariamente a quanto si crede – rileva Capraro – l’indice di pericolosità, secondo la classe del conducente responsabile, diminuisce con l’aumento dell’età. Proprio i guidatori anziani infatti sono mediamente più prudenti”. A pesare sulla richiesta degli autotrasportatori anche la mancanza di un cambio generazionale per l’intera categoria “le aziende, aggiunge Capraro, hanno difficoltà a trovare nuovi autisti e spesso sono costrette a rivolgersi a camionisti stranieri” – Intervistati FABIO CAPRARO (Avvocato) (Servizio di Francesca Bozza)


videoid(a6o0BuXSF5Q)finevideoid-categoria(a3treviso)finecategoria