13/03/2021 LIDO DI VENEZIA – La sezione veneziana di “Italia Nostra” in un convegno organizzato in video conferenza ha stroncato, con numerose critiche, l’attuale progetto dell’ex Ospedale al Mare proponendo, invece, delle alternative. Le polemiche continuano. || Per la sezione veneziana di Italia Nostra, presieduta da Emanuela Vassallo, l’attuale progetto di trasformazione dell’ex ospedale al mare, presentato da Cassa Depositi e Prestiti in accordo con il Comune e con l’Agenzia per lo Sviluppo non va bene. E’ emerso durante un convegno, in video conferenza, dal titolo “Ospedale al mare: un patrimonio da conservare” che ha spiegato anche le ragioni del ricorso al Tar tuttora pendente. Ne hanno parlato la professoressa Nelli Vanzan Marchini, storica della sanità veneta che ha ricordato i vincoli morali, viste le donazioni che hanno portato alla costruzione dei padiglioni, e ambientali che persistono nel compendio immobiliare, la presidente di Italia Nostra, Emanuela Vassallo, invece, ha messo a confronto diverse esperienze europee di sviluppo degli ospedali marini. E’ stato poi Andrea Grigoletto esperto di legislazione dei Beni culturali a ripercorrere le ragioni del ricorso al Tar e a delineare i possibili sviluppi dei prossimi mesi, mentre il professor Leonardo Filesi, docente dello Iuav, si è concentrato sul pregio naturalistico e ambientale della spiaggia antistante l’ex ospedale al mare. Per tutti i relatori il progetto attualmente approvato e finanziato, non va bene e possono essere realizzati progetti alternativi con il coinvolgimento di privati, ma con vantaggi anche per la cittadinanza.Ecco quindi le ragioni che hanno portato comitati e ambientalisti al ricorso al Tar contro il fatto che la commissione regionale, dove siedono i sovrintendenti regionali del Veneto, abbia deciso di eliminare il vincolo che impediva l’abbattimento di 5 padiglioni su 22 (gli altri restano vincolati). Secondo Italia Nostra progetti alternativi per l’area così di pregio del Lido di Venezia sono ancora possibili e realizzabili guardando anche all’Europa. – Intervistati ANDREA GRIGOLETTO (ESPERTO IN LEGISLAZIONE BENI CULTURALI), EMANUELA VASSALLO (PRESIDENTE ITALIA NOSTRA SEZIONE DI VENEZIA), LEONARDO FILESI (DOCENTE IUAV) (Servizio di Lorenzo Mayer)


videoid(WNx1OGwu4lA)finevideoid-categoria(a3venezia)finecategoria